eMail: Flag IT Sign inSign in
Menu

Radici, taglio e azoto

La densità è una misura del numero di germogli aerei per unità di superficie. La densità può variare in base a diversi fattori, tra cui: il particolare genotipo di tappeto erboso, le condizioni ambientali e l'intensità delle operazioni culturali eseguite sul sito del tappeto erboso. 

Tabella 1: Effetti dell'altezza di sfalcio e della concimazione azotata sulla densità di radicazione e sulla crescita dei rizomi di un tappeto erboso di Poa Pratensis.

Altezza taglio1 Dose Azoto Densità prato Peso radici Lungh. rizomi
(mm) (g/m2 /mese) (#germogli /10cm2) (g/10cm3 zolla) (mm)
25 0 124 1,70 33
25 2,5 128 1,54 32
25 5 135 1,43 30
38 0 104 2,09 35
38 2,5 110 1,83 35
38 5 118 1,62 34
50 0 90 2,60 41
50 2,5 91 2,31 39
50 5 94 2,03 38
63 0 87 3,03 44
63 2,5 86 2,64 44
63 5 90 2,41 43
1 Il taglio è stato eseguito una volta alla settimana.

Impatto dell'altezza di taglio alle radiciImpatto dell'altezza di taglio alle radici

All'interno dell'intervallo di tolleranza allo sfalcio di un particolare tappeto erboso, la densità diminuisce con l'aumentare dell'altezza di sfalcio. A una particolare altezza di sfalcio, la densità aumenta con l'aumentare della fertilità dell'azoto. Al contrario, la crescita delle radici e dei rizomi tende ad aumentare con l'aumentare dell'altezza di sfalcio.

Fonte: Density and mowing height (psu.edu)

Un punto di vista alternativo ed ecologico

Nella tabella precedente si può notare che la massa radicale e la lunghezza dei rizomi aumentano significativamente con l'aumento dell'altezza di taglio, ma diminuiscono con l'aumento della concimazione azotata. 

Oggi sappiamo che esiste un legame simbiotico molto forte tra i rizobatteri promotori della crescita delle piante (PGPR), le micorrize e le radici delle piante, e che l'abbondanza di nutrienti come azoto e fosforo limita la loro azione. Questa simbiosi è reciprocamente vantaggiosa e dipende dallo scambio di nutrienti tra piante e microrganismi. Tra i rizobatteri, alcuni ceppi sono noti per essere in grado di sintetizzare l'azoto atmosferico, mentre le micorrize sono più capaci di rendere solubile il fosforo già presente nel terreno. Pertanto, i rizobatteri e le micorrize sono in grado di assimilare i nutrienti che le piante non possono assimilare, rendendoli così disponibili in una forma nobile facilmente assimilabile dalle piante. D'altra parte, questi microrganismi non sono in grado di sintetizzare il carbonio atmosferico, quindi hanno bisogno delle piante, che forniscono loro parte del carbonio organico sintetizzato attraverso la fotosintesi.

La biologia del suolo è un meccanismo molto più complesso, ma il principio si basa banalmente sul "dare e ricevere" legato alla catena alimentare. Ma allora perché osserviamo sempre più spesso lo sviluppo di malattie e insetti fitofagi che devastano le colture?

La risposta è semplice perché la causa principale è l'alterazione di questo equilibrio alimentare, dovuta principalmente all'eccesso di fertilizzanti minerali di sintesi e, soprattutto, all'uso indiscriminato di pesticidi, anche in fase preventiva, e questo è quanto l'agricoltura tradizionale ci ha insegnato finora. 
Le domande da porsi sono semplici: 1) Prendereste un antibiotico in via preventiva per evitare una malattia? 2) Se volete cibo sano sulle vostre tavole, perché dovreste comprare prodotti trattati con pesticidi o semplicemente pompati con acqua? Perché questo è ciò che accade con un'eccessiva concimazione NPK.

La risposta sta nell'applicazione degli insegnamenti dell'agricoltura rigenerativa, che è necessario studiare per capire cosa succede nella biologia del suolo. L'attenzione del tecnico agricolo moderno è quella di studiare ogni coltura come un ecosistema e, ogni volta che mette in atto un'azione, deve pensare a come questa possa influire sul suo equilibrio. Ogni azione, infatti, deve mirare a minimizzare l'impatto negativo sulla biologia del suolo e a mitigare o compensare gli stress abiotici che sono principalmente legati alle alte o basse temperature, alla capacità del suolo di trattenere l'acqua piovana e alla compattazione del suolo. I cosiddetti stress biotici sono causati da malattie fungine o batteriche e da insetti erbivori, ma il più delle volte sono la conseguenza delle nostre inadempienze, dovute all'eccessiva concimazione, all'abuso di pesticidi, all'eccessiva compattazione del suolo e alla cattiva gestione dell'acqua di irrigazione.

 

Chiedi un preventivo senza impegno, è semplice e veloce!

Tutti i campi sono obbligatori!

» Nota informativa sulla privacy (GDPR - European General Data Protection Regulation 679/2016)

Attenzione: la compilazione e invio di questo modulo elettronico sottintende l'accettazione di quanto indicato nella nota informativa sul trattamento dei dati!

POWERgrass in the world

POWERgrass hybrid turf fieldPOWERgrass hybrid turf field

Synthetic turf fieldSynthetic turf field